software house-monitoraitalia

Competitive Data ha completato l’analisi dei bilanci delle prime 270 software house ed aziende di servizi informatici per il triennio 2017-2019.

 

RICAVI IN crescita

I ricavi cumulati registrano una crescita del +5,9% nel 2019, con le regioni del Centro che ottengono la performance migliore, +6,8%, seguite a breve distanza dalle regioni del Nord Ovest con un incremento del +6,7%, un po’ più distaccare risultano le regioni del Nord Est con il +1,4%, ed infine chiudono in controtendenza le regioni del Sud e delle Isole in flessione del -5,4%.

Fatturato cumulato software house e servizi informatici-monitoraitalia

classi di fatturato

La crescita è trainata dalla classe di fatturato superiore ai 50 milioni di euro, che registra una variazione positiva del +7,6%, mentre risulta in flessione (-0,7%) sia la classe di fatturato compresa tra 20 e 50 milioni di euro, sia quella inferiore ai 20 milioni di euro (-14,8%).

La classifica dei fatturati delle software house ed aziende informatiche è disponibile qui https://www.monitoraitalia.it/le-prime-400-aziende-software-e-informatiche-nel-2020/

 

EBITDA

L’analisi dei margini non differisce molto dall’andamento dei ricavi, con un risultato cumulato che registra un aumento del +5,0%, dove sono ancora una volta le regioni del Centro a primeggiare con una crescita del +6,6%, seguite dalle regioni del Nord Ovest con il +5,1%, quindi le regioni del Nord Est  con il +2,8%, chiudono le regioni del Sud e delle Isole ancora una volta flessione (-0,3%).

 

aumentano gli utili

La somma dei risultati di esercizio delle  software house ed aziende di servizi informatici restituisce un utile complessivo di 1.234.581.000 euro nel 2019, in crescita del +13,9% rispetto al valore del 2018 di 1.084.098.000 euro.

L’incidenza dell’utile sul fatturato è pari al 4,6% nel 2019, mentre era del 4,2% nel 2018.

Nel 2019 sono 230 le aziende che chiudono l’esercizio in utile, in leggero aumento rispetto alle 228 del 2018.

 

INDICI DI REDDITIVITA’

Aggregando i bilanci delle aziende che realizzano nel settore delle software house ed aziende di servizi informatici una quota superiore al 50% dei ricavi si ottiene il bilancio somma settoriale, dal quale vengono calcolati i valori medi di riferimento con cui confrontare le performance aziendali.

  • Il ROE, Return on Equity, è il rapporto tra Utile e Patrimonio netto e rappresenta la redditività per i soci. Il ROE medio nel 2019 è stato pari al 12,2%, in flessione rispetto al 12,8% del 2018.
  • Il ROI, Return on Investment, è il Risultato operativo (ottenuto sottraendo dai ricavi tutti i costi operativi) sul Capitale investito netto (cioè l’attivo di Stato Patrimoniale al netto dei fondi di rettifica). Rappresenta la redditività della gestione caratteristica. Il ROI medio è stato pari al  9,4% nel 2019, in flessione rispetto al 12,1% del 2018.
  • Il ROS, Return on Sales, è il rapporto tra il risultato operativo e i ricavi e rappresenta il margine operativo sulle vendite. Il ROS è stato pari al 5,3% nel 2019, in calo rispetto al 5,7% del 2018.

L’EBITDA medio rispetto al fatturato, o ebitda margin, rimane invariato e pari all’8,2%.

redditività software house e servizi informatici-monitoraitalia

RISCHIO FINANZIARIO in miglioramento

Nel 2019 il rapporto di indebitamento, o leverage, peggiora leggermente, passando da 2,8 del 2018 a 3,2 nel 2019. Rimane stabile l’incidenza degli oneri finanziari sul fatturato, pari allo 0,4%.

 

il digitale in italia

In base all’ultimo rapporto Assinform nel 2019 il comparto del digitate ha visto un incremento del +2,1% in Italia, raggiungendo i 71,9 miliardi di euro.

I settori che hanno trainato la crescita sono stati contenuti e pubblicità digitali (+8,4%), e software e soluzioni Ict (+7,8%), soprattutto grazie ad una crescente sensibilità nei confronti dei progetti di cybersecurity.

Trai settori emergenti bisogna evidenziare le performance dei servizi cloud, che hanno raggiunto i 2,8 miliardi euro (+23%), Internet delle cose (IoT) che ha totalizzato 3,5 miliardi di euro (+18,3%), ed intelligenza artificiale che si è attestata a 479 milioni di euro (+59%).

Per il 2020 è attesa una leggera flessione che dovrebbe portare il valore del comparto nel suo insieme poco sotto i 70 miliardi. Il calo impatterà in maniera differenziata i vari settori, ed in particolare:

  • Servizi ICT -3,7%;
  • Software e Soluzioni ICT -1,1%;
  • Dispositivi e Sistemi -3,5%;
  • Servizi di Rete -3,9%;
  • Contenuti e Pubblicità Digitali -1,5%;

 

Le previsioni per il 2021 sono invece decisamente rosee, con una crescita  prevista superiore al 3%, favorita anche dai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

 

Se vuoi essere informato su l’uscita degli ultimi dati aggiornati relativi alle software house ed aziende di servizi informatici iscriviti alla nostra newsletter. 

Ti potrebbero interessare anche:
aziende software e informatiche-monitoraitalia

LE PRIME 400 AZIENDE SOFTWARE E INFORMATICHE NEL 2020

Competitive Data ha analizzato le prime 400 aziende software e informatiche nel biennio 2018-2019. Leggi adesso i risultati

intelligenza-artificiale-monitoraitalia

Intelligenza Artificiale

Competitive Data ha analizzato le prime 200 aziende operanti nel mercato dell'intelligenza artificiale nel triennio 2016-2018. Leggi adesso i risultati

case editrici-monitoraitalia

CASE EDITRICI: LE PRIME 300 AZIENDE DELL’EDITORIA E STAMPA NEL 2020

Competitive Data ha analizzato le prime 300 case editrici nel biennio 2018-2019. Qual' è cresciuta di più? Leggi adesso i risultati

società consulenza-monitoraitalia

IL FATTURATO DELLE PRIME 200 ATTIVITÀ PROFESSIONALI E SOCIETÀ DI CONSULENZA NEL 2020

Competitive Data ha analizzato le prime 200 attività professionali e società di consulenza nel biennio 2018-2019. Leggi adesso i risultati